© 2023 by Pharmacy. Proudly created with Wix.com

Please reload

Post recenti

Conosco l'autore delle ricerche da circa 10 anni. La prima volta che lo ascoltai, rimasi incantato ma non stupito dal contenuto delle sue ricerche. Da...

LE RICERCHE DI PIER MARIO BIAVA - I fattori di differenziazione cellulare nella cura del cancro.

May 17, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

LE RICERCHE DI PIER MARIO BIAVA - I fattori di differenziazione cellulare nella cura del cancro.

May 17, 2017

Conosco l'autore delle ricerche da circa 10 anni. La prima volta che lo ascoltai, rimasi incantato ma non stupito dal contenuto delle sue ricerche. Da molti anni mi chiedevo infatti come fosse possibile che un organismo vivente cercasse di ricreare se stesso attraverso meccanismi cellulari che ne sovvertivano totalmente il senso biologico. Quando Pier Mario Biava parlò dei fattori differenziativi staminali e dell'epigenetica capi che a quella domanda sorta molti anni prima in occasione della malattia di mio padre, deceduto per un adenocarcinoma del pancreas, era stata data finalmente una risposta logica e totalmente scientifica.

 

La pubblicazione recente di un "position paper" a cura di un Comitato Scientifico  costituito da nomi illustri del mondo della medicina e della ricerca scientifica ha finalmente dato lustro a tanti anni di studi.

 

I fattori differenziativi staminali rappresentano nell'universo terapeutico una nuova opportunità tutta quanta da vivere e conoscere. Il percorso iniziò molti anni or sono e non è ancora ultimato. La conoscenza dell'epigenetica e delle sue potenzialità di regolazione ed espressione del DNA è solo agli inizi ma già si intravedono dei buoni risultati.

 

"E' stato scientificamente dimostrato che i fattori differenziativi delle cellule staminali prelevati dall'uovo di Zebrafish, che ha oltre il 90% di proteine in comune con quelle umane, sono in grado di normalizzare il ciclo cellulare delle cellule cancerose. Si tratta degli stessi meccanismi che in natura sono attivi durante le fase di organogenesi quando cioè avvengono tutti i processi di differenziazione delle cellule staminali che portano alla formazione di tessuti ed organi. In queste fasi dove è molto alto il rischio di sviluppare errori nella replicazione, i fattori di differenziazione hanno anche un importante ruolo correttivo verso quelle cellule che vanno incontro a errori.  La riconferma di questo meccanismo si è avuta quando, impiantando cellule tumorali in un embrione durante la fase di organogenesi sono stati osservati processi differenziativi ed apoptotici sulle cellule tumorali impiantate; al contrario, impiantando cellule tumorali in un embrione dopo la fase di organogenesi le cellule tumorali hanno continuato a proliferare. Si può pertanto parlare di riprogrammazione  epigenetica delle cellule malate attraverso l'azione di quei peptidi che sono in grado di riportare la cellula nell'ambito della sua normale fisiologia.

 

Queste ricerche condotte sin già alla fine degli anni 80 dal Prof. Dr. Pier Mario Biava, sono state sviluppate anche dal Children Hospital di Chicago, dalla Northwestern University  e dall'Università La Sapienza di Roma ed ultimamente da altre diverse istituzioni. 

 

Emerge che i fattori di differenziazione sono in grado, in associazione ai trattamenti chemioterapici standard, di rallentare e spesso bloccare il ciclo cellulare delle cellule tumorali, sia attivando il gene onco-soppressore  p53, sia regolando in modo post-traduzionale la proteina del retino blastoma che ha anch'essa un'attività di blocco del ciclo cellulare. Contestualmente vengono attivate dagli stessi fattori di differenziazione anche una serie di cascate di geni regolatori che tentano di riparare i danni cellulari all'origine della malignità. Di fatto dopo il trattamento con i fattori di differenziazione le cellule tumorali escono dal ciclo della moltiplicazione cellulare." 

 

Tratto da "Trattamenti integrativi in oncologia" 

 

Comitato Scientifico:

Prof. Mariano Bizzarri - Università La Sapienza di Roma

 

Prof. Michele Carruba - Università degli Studi di Milano

 

Prof. Francesco Cognetti - Istituto Nazionale Tumori Regina Elena IRCCS - Ifo - Roma

 

Prof. Enzo Nisoli - Università degli Studi di Milano

 

Prof. Guido Torzilli - Istituto Clinico Humanitas IRCCS - Rozzano

 

Segretario Scientifico

Dott. Andrea Pensotti

Centro Studi Salute Europa

 

 

www.oncovita.it 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square